27.06.2017. Rapporto annuale 2016 della Conferenza svizzera delle scuole universitarie

Il rapporto annuale 2016 della Conferenza svizzera delle scuole universitarie mette in risalto i temi più importanti affrontati durante l’anno in rassegna. Tra gli oggetti trattati citiamo in particolare il nuovo modello di finanziamento dei sussidi di base, la decisione relativa alla concessione di sussidi vincolati a progetti durante il periodo FRI 2017-2020 ed il programma speciale 2017-2020 “Aumentare il numero dei diplomati in medicina umana”. Nel rapporto annuale 2016 si fa anche riferimento ad altri dossier di notevole interesse come, ad esempio, la governance del test d’attitudine agli studi di medicina (AMS), le caratteristiche dei diversi tipi di scuola universitaria, le attività accessorie dei professori universitari, la cooperazione tra le scuole universitarie e le imprese (fondi di terzi) ed infine il tema prioritario della digitalizzazione. Vi auguriamo buona lettura.

 

06.06.2017. Medicina: la procedura di selezione per gli studi di medicina verrà mantenuta nella sua forma attuale

Da quando è stato introdotto, il test attitudinale per lo studio di medicina in Svizzera (AMS) si è dimostrato efficace. Il 15 giugno 2016 la CSSU ha incaricato il Consiglio svizzero della scienza e dell’innovazione (CSSI) di valutare l’adeguatezza del test in uso attualmente, tenendo conto dei dibattiti in corso nell’ambito della politica della formazione universitaria e in quello della politica della salute, e di analizzarne sotto il profilo economico gli aspetti finanziari e pratici. La CSSU ha chiesto al CSSI di presentare al Consiglio delle scuole universitarie un rapporto concernente l’orientamento e lo svolgimento futuri della procedura di ammissione agli studi di medicina. Il CSSI ha trasmesso i risultati della sua valutazione alla fine di novembre 2016.

Link alla comunicazione.